Immaginare è conoscersi.
Scuola di scrittura per narrativa, poesia e canzone
I DOCENTI, CURATORI e TUTOR DI MOLLY BLOOM
Antonella Anedda (Roma, 1955)insegna all’Università della Svizzera italiana a Lugano. È autrice di varie raccolte poetiche, tra cui Residenze invernali (1992), Cosa sono gli anni (1997), Notti di pace occidentale (1999 – Premio Montale), La luce delle cose. Immagini e parole nella notte (2000), La lingua disadorna (2001), Il catalogo della gioia (2003), Dal balcone del corpo (2007 – Premio Dessì), Salva con nome (2012 – Premio Viareggio-Repaci), Isolatria. (2013). Dal 2011 cura la rubrica “Isole” sulla rivista on-line «Doppiozero».
Camilla Baresani (Brescia, 1961) ha pubblicato i romanzo Il plagio (2000), Sbadatamente ho fatto l’amore(2003), Il piacere tra le righe (2003), L’imperfezione dell’amore (2005), Un’estate fa (2010 – Premio Hemingway e Premio Selezione Rapallo), Il sale rosa dell'Himalaya (2014) e Gli sbafatori (2015). Con Renato Mannheimer ha pubblicato il saggio TICTipi italiani contemporanei (2007). Con Gelasio Caetani d’Aragona ha scritto Vini, amori (2014). Collabora con «Sette», «Io Donna» e «Style» del «Corriere della Sera». È docente di scrittura creativa al Master di Giornalismo della IULM.
Franco Buffoni (Gallarate, 1948) professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate presso l'Università degli studi di Cassino, dal 1989 è direttore della rivista «Testo a Fronte» e dal 1991 è curatore dei Quaderni italiani di poesia contemporanea Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e romanzi, tra cui Quaranta e quindici (1987), Il profilo della rosa (1999), Lager (2004), Più luce, padre (2006), Noi e loro (2008), Il servo di Byron (2012), Jucci (2014), Pettorine arancioni e altre poesie (2016). Tra i suoi saggi, Poesia inglese dell’Ottocento (1983) e Traduttologia: la teoria della traduzione letteraria (2005).
Massimiliano Catoni (Roma, 1976), professore a contratto presso l’università degli studi di Roma Tor Vergata, nel 2012 ha pubblicato il saggio La libertà impotente, l’engagement tragico di Jean-Paul Sartre. Come editor freelance, ha lavorato per molti autori, tra cui Alessandro Piperno, Leonardo Colombati, Mario Desiati e Gaia Manzini. ha collaborato all’agenzia di editing WestEgg. Dal 2015 lavora come editor e lettore per Mondadori.
Leonardo Colombati (Roma, 1970) ha pubblicato i romanzi Perceber (2005 – finalista al Premio Viareggio), Rio (2007 – Premio Santa Marinella), Il re (Mondadori 2009) e 1960 (2014 – Premio Sila ’49, finalista al Premio Manzoni). Ha curato i volumi Bruce Springsteen: Come un killer sotto il sole. Il Grande Romanzo Americano (2007) e La canzone italiana 1861-2011. Storia e testi (2011). Redattore della rivista «Nuovi Argomenti», ha scritto per il «Corriere della Sera» e «Vanity Fair» e collabora a «IL», mensile de «Il Sole 24 Ore».
Milo De Angelis (Milano, 1951) esordisce come poeta con la raccolta Somiglianze (1976), a cui seguono Millimetri (1983), Terra del viso (1985), Distante un padre (1989), Biografia sommaria (1999), Tema dell’addio (2005), Quell’andarsene nel buio dei cortili (2010) Incontri e agguati (2015). Nel 1982 raccoglie in volume diversi saggi di riflessione filosofica e critica letteraria nel volume Poesia e destino. Nel 2008 esce un volume che raccoglie tutta la sua produzione, corredato da una prefazione di Eraldo Affinati. Nello stesso anno viene pubblicato Colloqui sulla poesia, che raccoglie le sue principali interviste, a cura di Isabella Vincentini.
Paolo Giordano è nato a Torino nel 1982. Laureato in fisica all’Università degli studi di Torino, e ha conseguito il dottorato di ricerca in fisica teorica nel 2010. Con il suo primo romanzo, La solitudine dei numeri primi (2008), ha vinto il Premio Strega; il libro è stato tradotto in più di venti Paesi, ha venduto oltre due milioni di copie e nel 2010 è diventato un film per la regia di Saverio Costanzo. Sono seguiti i romanzi Il corpo umano (2012) e Il nero e l’argento (2014). È una delle firme delle pagine culturali del «Corriere della Sera».
Jhumpa Lahiri vive negli Stati Uniti. Ha pubblicato L’interprete dei malanni (2000, Premio Pulitzer), L’omonimo (2003), Una nuova terra (2008, primo posto nella classifica dei bestseller del «New York Times»), La moglie (2013, finalista al Man Booker Prize e al National Book Award for Fiction). Ha vissuto a Roma per tre anni; frutto di questa esperienza, nel 2015, il saggio In altre parole, scritto in italiano. Insegna scrittura creativa all’Università di Princeton ed è vicepresidente del PEN Club americano. Nel 2010 Barak Obama l’ha nominata tra i cinque membri del President’s Committee on the Arts and Humanities.
Marco Lodoli (Roma, 1956) ha pubblicato diversi libri in prosa, tra cui Diario di un millennio che fugge (1986 – Premio Mondello opera prima), Snack Bar Budapest (con Silvia Bre, 1987), Grande Raccordo (1989 – Premio Piero Chiara), Cani e lupi (1995 – Premio Grinzane Cavour), Il vento (1996 – Premio Grinzane Cavour), I fiori (1999), La notte (2001), Isole. Guida di Roma vagabonda (2005), Bolle (2006), Sorella (2008), Italia (2010), Vapore (2013) L’eroe e la maga (2016). Insegna italiano in un istituto professionale di Roma. È editorialista di «La Repubblica».
Carmen Maffione (Barletta 1983) vive a Roma e lavora come editor e redattrice, occupandosi di narrativa, saggistica e libri per l’infanzia. È stata caporedattrice della casa editrice Lantana. Ha collaborato con Emanuele Trevi alla scrittura dello spettacolo teatrale Ragazzi di vita di Massimo Popolizio, tratto dall’opera di Pasolini, in scena al Teatro Argentina di Roma nella stagione 2016/2017. Da due anni è la tutor di Molly Bloom a Roma e in Salento, aiutando con pazienza gli iscritti a “pulire” i loro testi.
Valerio Magrelli (Roma, 1957) insegna Lingua e letteratura francese all’Università di Cassino. È autore di numerosi libri di poesia e prosa, tra cui Esercizi di tiptologia (1992), Didascalie per la lettura di un giornale (1999), Disturbi del sistema binario (2006), Nero sonetto solubile. Dieci autori riscrivono una poesia di Baudelaire (2010), Geologia di un padre (2013), Il sangue amaro (2014). Ha ottenuto molti premi letterari, fra cui il Premio Mondello, il Premio Viareggio e il Premio Librex Montale. È Cavaliere della repubblica, nominato dal Presidente Ciampi. Collabora a «Il Messaggero» e «l’Unità».
Guido Mazzoni (1967) ha scritto i libri di poesia La scomparsa del respiro dopo la caduta (1992) e I mondi (2010), e i saggi Forma e solitudine (2002), Sulla poesia moderna (2005), Teoria del romanzo (2011), I destini generali (2015). Ha scritto per «Il Manifesto» e «La Repubblica». Ha fondato il sito «Le parole e le cose». Ha lavorato allo University College di Londra, all’American Academy di Roma, alla University di Chicago, all’École Normale Supérieure di Parigi e alla University of California di Berkeley. Insegna all’Università di Siena.
Francesco Pacifico ( Roma, 1977) ha pubblicato i romanzi Il caso Vittorio (2003), Storia della mia purezza (2010) e Class (2014), oltre a Seminario sui luoghi comuni. Imparare a scrivere (e a leggere) con i classici (2012). Un suo racconto è stato inserito nella raccolta La qualità dell’aria. Storie di questo tempo (2004). Insieme a Nicola Lagioia, Christian Raimo e Francesco Longo ha pubblicato il romanzo 2005 dopo Cristo con lo pseudonimo collettivo di Babette Factory (2005). Scrive su «la Repubblica», «Rolling Stone», «IL» e «Internazionale».
Alessandro Piperno (Roma, 1972) professore di letteratura francese all’Università di Tor Vergata, ha pubblicato i saggi Proust antiebreo (2000), Il demone reazionario. Sulle tracce del «Baudelaire» di Sartre (2007) e Contro la memoria (2012). Il suo esordio nella narrativa è avvenuto con il romanzo Con le peggiori intenzioni (2005 – Premio Viareggio opera prima e Premio Campiello opera prima), a cui sono seguiti i due romanzi di Il fuoco amico dei ricordi: un dittico composto da Persecuzione (2010) e Inseparabili (2012 – Premio Strega). È una delle firme delle pagine culturali del «Corriere della Sera».
Gilda Policastro è italianista, critica letteraria, redattrice della rivista «Allegoria». Ha collaborato con «il manifesto», «Corriere della Sera» e i siti culturali «Le parole e le cose» e «Doppiozero». Attualmente scrive su «Pagina99» e «il Reportage». Ha pubblicato saggi di teoria e critica, tra cui Polemiche letterarie. Dai Novissimi ai lit-blog (2012), i romanzi Il farmaco (2010), Sotto (2013) e Cella (2015), racconti su antologie e riviste, e i libri di poesia La famiglia felice (2010), Antiprodigi e passi falsi (2011), Non come vita (2013), Inattuali (2016).
Emanuele Trevi (Roma nel 1964) ha pubblicato Istruzioni per l’uso del lupo (1994), Musica distante: meditazioni sulle virtù (1997), I cani del nulla (2003), Senza verso. Un’estate a Roma (2005 – Premio Sandro Onofri), L’onda del porto. Un sogno fatto in Asia (2005), Invasioni controllate (con Mario Trevi, 2007), Il libro della gioia perpetua (2010), Qualcosa di scritto (2012 – finalista al Premio Strega), Il viaggio iniziatico (2013), Il popolo di legno (2015). Redattore della rivista «Nuovi Argomenti», è una delle firme delle pagine culturali del «Corriere della Sera».
Chiara Valerio (Scauri, 1978) ha scritto i romanzi A complicare le cose (2003), Ognuno sta solo (2007), La gioia piccola d'esser quasi salvi (2009), Spiaggia libera tutti (2010), Almanacco del giorno prima (2014) e Storia umana della matematica (2016). È redattore di «Nuovi Argomenti», scrive per «l'Unità», la «Domenica» del «Sole 24 Ore» e «Glamour». Collabora con “Ad alta voce” di Radio3 e con il programma televisivo “Pane quotidiano”. Nel 2016 è stata nominata direttrice di “Tempo di Libri”, la nuova fiera del libro di Milano.
Sandro Veronesi (Firenze 1959) ha pubblicato i romanzi Per dove parte questo treno allegro (1988), Gli sfiorati (1990), Venite venite B-52 (1995),La forza del passato (2000 – Premio Campiello e Premio Viareggio), Caos calmo (2005 – Premio Strega, Prix Méditerranée, Prix Fémi-na étranger), Brucia Troia (2007), XY (2010) e Terre rare (2014). È autore di quattro libri giornalistici e della raccolta di raccon-ti Baci scagliati altrove (2011). Collabora con numerosi quotidiani e riviste e ha fondato le case editrici Fandango Libri e La Nave di Teseo.